Il massaggio e le sue proprietà

pubblicato in: BLOG | 0

Voglio farvi partecipi di un  interessante paragrafo preso dal libro di Tommaso Palamidessi  riguardante il massaggio e le sue proprietà.

 

Il MASSAGGIO

Il massaggio è un insieme di stimolazioni meccaniche e talora strumentali applicate su un punto o una regione del nostro corpo. La sua azione si basa sull’eccitamento che si esercita sul tegumento, sui nervi e nei vasi cutanei facendo affluire il sangue alla pelle.

Il massaggio eseguito in modo troppo energico intacca immediatamente il funzionamento del cervello e del midollo spinale.

Se viene esplicato in modo normale, i suoi effetti si ripercuotono sugli organi più profondi, sui muscoli, sui vasi e sui nervi nutrendoli e tonificandoli, eccitando le loro funzioni.

Talvolta favorisce il riassorbimento dei prodotti infiammatori e dell’adipe, provocando un aumento nella combustione che trasforma gli elementi grassi in fonte di energia.

L’origine dell’arte del massaggio si perde nella notte dei tempi. Fra gli Egiziani solo gli Iniziati alla Magia ed alle scienze ermetiche sapevano che nel massaggio il pensiero e lo sguardo agiscono sulla luce astrale trasformandola in fluido vitale.

Ripartire questa forza vitale in tutti gli organi, armonizzare le sue correnti affinché il corpo umano funzioni alla perfezione, fu la scienza dei taumaturghi dell’antichità.

I massoterapeuti dell’Egitto e della Caldea, che per Iniziazione conoscevano tutta la potenza della forza astrale, praticavano il massaggio alla maniera dei magnetizzatori.

Lungi dal limitarsi ad esercitare la loro azione sulla circolazione venosa massaggiando dalle estremità verso il cuore, essi agivano su tutto l’essere partendo dal cervello per discendere verso gli organi del torace e le membra inferiori.

Le loro manipolazioni, i loro gesti ieratici, le loro pressioni lente, metodiche, estese, si rivolgevano soprattutto alla circolazione nervosa, cioè a quella che fa funzionare le altre tre, composte dalla circolazione arteriosa, venosa e linfatica.

Le frizioni e le pressioni risvegliano il sistema nervoso.

Queste manovre si fanno sul dorso dei malati trasversalmente e dall’alto al basso, secondo la direzione dei nervi che emergono dalla colonna vertebrale. Un tale massaggio dà una vita nuova, tonifica il sistema nervoso e gli permette di ricuperare la sua importanza di coordinatore delle forze vitali.

Quindi contemporaneamente al massaggio bisogna che il terapeuta accompagni l’operazione con la suggestione, con la potenza del pensiero e dello sguardo, per dirigere e ripartire il misterioso fluido di vita in ogni organo che ne abbia bisogno.

I Greci ed i Romani praticavano il massaggio in parallelo alla ginnastica, allo scopo di rinvigorire i giovani gracili e sofferenti; essi però ricorrevano soltanto alla frizione.

Ippocrate si occupò moltissimo del massaggio, affermando che la frizione energica rinforza il corpo, leggera lo rammollisce ed eccessivamente protratta lo dimagrisce.

Nel Medio Evo la massoterapia fu dimenticata e solo il famoso Ambrogio Parés, Bacone e qualche altro se ne interessarono seriamente. Nei tempi moderni essa è stata finalmente rivalutata.

 

Tommaso Palamidessi

Nato a Pisa il 16 febbraio 1915 si forma sulle opere di Ermete TrismegistoPlotinoOrigene,Vladimir Sergheevic Soloviev

Deliberatamente autodidatta fu attratto sin dall’adolescenza dall’astronomia pratica, astrologia, medicina, botanica farmaceutica e dalla religione. Queste discipline costituirono per lo scrittore momenti pieni di entusiasmo a Catania ed a Tripoli di Libia nel 1928, poi a Siracusa e Torino fra il 1932 e il 1940.

Sviluppa importanti studi astrologici sulla medicina, il cancro, i fatti storici, la psicologia e la parapsicologia Il corso degli astri e le malattie nell’uomo, Bocca, Milano 1940La medicina e gli influssi siderali, Bocca, Milano 1940; Astrologia Mondiale , Torino 1941; Gli astri nella diagnosi e cura del cancro, Torino 1943 – Torino 1949; Terremoti, eruzioni e influssi cosmici, Torino 1943. Per lo studio dell’astronomia e delle influenze astrali si forma sulle opere di KepleroLalandeCassiniFlammarionArgoliJunctitiusCardanoMagini.

 

Segui Grazia:

Ultimi post da

Lascia una risposta